L'antico Nippon Seibukan dojo

Suzuki Masafumi Sensei       Yasuo Kawano Kancho

Il Nippon Seibukan o "scuola giapponese del guerriero virtuoso", funge da centro per la preservazione e lo studio delle arti marziali giapponesi, sia classiche [Koryu Bugei] che moderne [Gendai Budo]. Esso è stato fondato nel 1952 da Suzuki Masafumi Hanshi con il sostegno della Casa Imperiale, e attualmente è situato a Kyoto, regione del Kansai, sull'isola di Honshu. Alla dipartita di Suzuki Masafumi Sensei, nel 3° anno dell'Era Heisei [1991] a Taiwan, la presidenza passò in mano a Yasuo Kawano Hanshi, che tutt'ora ne è Kancho. 

Masafumi Suzuki Hanshi era un praticante ed insegnante dedito e dalla vastissima cultura sul Budo giaponese; egli rivestiva i seguenti gradi: 10° dan nel Goju-ryu Karate, 9° dan nel Jujutsu [stile Yawara], 8° dan nel Kendo, 8° dan nello Iaido e 5° dan nel Judo. Tra i suoi insegnanti possiamo ricordare dei luminari come Chojun Miyagi, Miyazato Ei'ichi, Shimabuku Tatsuo e Toyama Kanken. Il Nippon Seibukan Honbu divenne una delle più grandi accademie del Budo del mondo, e tra le sue mura venivano insegnati: Okinawa Goju-ryu Karate, Kobudo di Okinawa, Kodokan Judo, Muso Jikiden Eishin-ryu Iaido, Kendo, Aikido, Jujutsu, Naginata-jutsu e Jukendo.

 

Nel tempo Suziki Masafumi Sensei creò molti legami e collaborazioni all'interno del territorio asiatico così come tra Oriente ed Occidente, unificando diverse Ryu-ha [scuole e rami] per il bene comune del Budo antico e moderno. Ma, nel 2008, a causa dell'uso non autorizzato dei nomi e loghi del Nippon Seibukan, e Zen Nihon Sogo-Budo Renmei [All Japan Budo Federation] o SoBuRen sui diplomi, certificati e materiale pubblicitario, un comitato internazionale speciale è stato creato per proteggere l'eredità di Masafumi Suzuki Sensei. 

Il comitato è supervisionato da due Shibucho [direttore di filiale], uno per l'Oriente e uno per l'Occidente, entrambi nominati da Kawano Yasuo Hanshi, mentre a livello nazionale la gestione è affidata agli Shidoin [delegato] sempre designati dallo stesso Kancho. Ogni ramo nazionale, poi, contempla le varie divisioni coordinate dai relativi Fuku-Shidoin [vice-delegato].